Concorso LA SCIENZA NARRATA

Con La scienza narrata, Merck intende rafforzare il suo impegno nella diffusione e promozione di una cultura della scienza, rivolgendosi questa volta ad un pubblico particolare: i giovani. Abituati a percepire la scienza come qualcosa di lontano dal loro quotidiano, confusa spesso con la fantascienza, i giovani rischiano di perdere il legame con un ramo del sapere che in realtà è parte della loro esistenza più di quanto riescano a percepire.

Agli alunni partecipanti all’iniziativa, si chiede di comprendere la scienza come qualcosa di così vicino alle loro vite, da poterne parlare in un racconto, al pari dell’amore o dei problemi adolescenziali. Un nuovo percorso culturale, dunque, a sostegno delle nuove generazioni, un invito a considerare scienza e letteratura come due elementi facenti parte di un unico sistema della conoscenza ampio e universale.

Per preparare i giovani aspiranti autori alla scrittura del loro racconto, Merck organizza, in diverse città d’Italia, laboratori di scrittura narrativa a sfondo scientifico, condotti da personaggi di spicco del mondo della scienza e della letteratura. I racconti ritenuti migliori da un’apposita giuria vengono poi premiati nel corso della serata conclusiva del Premio Letterario Merck. I migliori lavori dei giovani partecipanti vengono raccolti in un libro.

La scienza narrata è partita nel 2006-2007, con un’edizione pilota in collaborazione con il liceo classico T. Tasso di Roma. L’ottimo riscontro ottenuto ha convinto l’Azienda a portare avanti questo progetto, migliorandolo di anno in anno: nel 2007-2008.

La scienza narrata è stata estesa a più Scuole Superiori romane; l’edizione del 2009 ha coinvolto anche licei milanesi; nel 2010 sono stati poi aggiunti i licei di Torino e, nel 2011, quelli di Napoli.

La sesta edizione ha incluso anche scuole superiori di Bari. La settima edizione ha visto la partecipazione delle scuole di Vicenza, l'ottava di Lucca, Pontedera e Varese e l'edizione corrente, la nona, vede coinvolto anche il Liceo A. Diaz di Caserta.

Dalla settima edizione, nell’intento di garantire la massima diffusione possibile all’iniziativa, Merck ha deciso di sfruttare appieno le potenzialità del Web, aprendo un blog, contenente materiale didattico e suggerimenti per aiutare i giovani che intendono partecipare al concorso a scrivere il loro racconto a sfondo scientifico.

La pagina Facebook e l’account Twitter (@ScienzaNarrata), poi, riporteranno di volta in volta i principali aggiornamenti sull’iniziativa.