Ultimi consigli sulla scrittura

Il lavoro di scrittura è decisamente più artigianale che creativo (più sudorazione che ispirazione – dicono gli anglosassoni, grandi teorici dei corsi di scrittura creativa). I consigli, quindi, per gli ultimi giorni prima della consegna potrebbero essere questi:


1. Lasciate le ultime ore prima della consegna del vostro testo, a ciò che un artigiano normalmente farebbe. Fate riposare la vostra opera, se non l’avete già fatto a sufficienza, poi prendete la carta vetrata e cominciare a smussare ogni groviglio, lisciare ogni increspatura, alleggerire ogni angolo indesiderato. La carta vetrata, nel nostro caso, è una gomma da cancellare o, volendo, il tasto in alto a destra della vostra tastiera che, generalmente, riporta una freccia che punta da destra verso sinistra. E cioè per chiudere, il vostro racconto, per finire la vostra opera, tornate un po’ indietro sui vostri passi.


2. Potremo dire, con ragionevole certezza, che la quasi totalità dei racconti che sono stati preparati per l’edizione 2013 de La Scienza Narrata, possono essere tagliati di un buon 15% della loro lunghezza, e così migliorare sensibilmente.


3. Potete aspettare fino all’ultimo per consegnare: in genere l’adrenalina data dall’inesorabile tempo in scadenza è tra i migliori ingredienti per riuscire finalmente a vedere ciò che ci era occluso fino a poco prima, o per trovare la soluzione (la virgola, la parola, quello stravolgimento di una frase tale) che renderà il vostro racconto finalmente soddisfacente, a voi. Dunque avete ancora una settimana prima del termine ultimo per la consegna: godetevela tutta.


Giovanni Nucci