La scienza narrata – Il podio della 10ª edizione

Che cos'è la creatività? Basta leggere i racconti di questa 10ª edizione de “La scienza narrata” per capirlo. Creatività è unire elementi apparentemente lontani in modo nuovo e utile. Scienza e scrittura letteraria, due mondi opposti? Niente affatto! Lo dimostrano i racconti attraverso i quali i nostri giovani vincitori hanno saputo appropriarsi della cultura scientifica, trasmettendola ai loro lettori.

Ve li presentiamo uno per uno:

 

1° classificato: Elena Passaretti

Liceo Scientifico "V. Volterra", Roma
Deserto Nero

Berenice guardava davanti a sé, il profondo la inghiottiva e le svelava quanto il mare di notte fosse simile al deserto. Un luogo oscuro, imprevedibile e spesso mortale. Sapeva di rischiare, conosceva le conseguenze da quando era partita da casa con le poche cose che le erano rimaste.

CONTINUA A LEGGERE


 

2° classificato: Giacomo Rinaldo

Liceo Classico "G. Prati", Trento
Quel "gene" di Gregor!

Heinzendorf, Slesia. Una regione fertile, pianeggiante: se qualcuno nella placida estate del 1827 avesse potuto osservarla dalle ali di un germano reale che sorvolava quei distretti rurali facendosi cullare dal vento, sarebbe apparsa come un enorme mosaico in tutte le sfumature del verde, del giallo, degli ocra inframmezzati da minuscoli nastri bianchi, le mulattiere che contornavano i campi straripanti di frumento maturo.

CONTINUA A LEGGERE


 

3° classificato: Elena Floris e Maddalena Zanrosso

Liceo Scientifico "G. Ferraris", Varese
Gli insiemi infernali

Mi trovavo in un luogo sconosciuto, che mi incuteva un gran timore. A ben pensarci somigliava molto ai sotterranei della mia scuola. Prima che avessi il tempo di farmi troppe domande, un’ombra comparve ai miei occhi.

CONTINUA A LEGGERE

 

Tutti i riconoscimenti saranno consegnati il 12 luglio 2016 durante la serata di premiazione che si terrà a Villa Miani, uno dei luoghi più incantevoli della Capitale.