La scienza narrata: i numeri dell'8ª edizione

“La scienza narrata” – Esperimenti di scrittura creativa: annunciati i vincitori dell’ottava edizione del concorso promosso da Merck.

COMUNICATO STAMPA - Roma, 23 giugno 2014 -  

ll flusso di pensieri di Ingo Potrykus creatore del “golden rice”; l'avventura del detective Zyme, un anticorpo che diventa detective e che si batte per salvare la piccola Echo; la storia di un genio che risolve uno dei sette problemi del millennio...
Sono queste alcune delle storie raccontate dagli studenti che da tutta Italia hanno scelto di confrontarsi con la sfida lanciata dal concorso La scienza narrata: scrivere racconti che sviluppino nella trama un argomento scientifico.

Giovani aspiranti scrittori di 31 scuole hanno candidato oltre 330 racconti, tutti di altissima qualità.
«Un risultato importante - ha sottolineato il dott. Antonio Tosco, Health Outcomes & Market Access Director di Merck Serono S.p.A. e responsabile dell’iniziativa - I numeri dei racconti e le scuole coinvolte crescono anno dopo anno e questo ci dice quanto i ragazzi e gli insegnanti apprezzino un’iniziativa come la nostra, mirata a dare spazio alla creatività.»

La scienza narrata nasce proprio con l'obiettivo di contribuire al percorso educativo promuovendo da un lato una sana curiosità nei confronti della scienza, dall'altro la capacità dei ragazzi di entrare in contatto con la propria fantasia e le proprie emozioni fino a rendere tutto ciò narrazione.
Tra tutti i racconti in gara la giuria del concorso, formata da scrittori, scienziati e giornalisti d’eccezione, ha selezionato i seguenti vincitori:

1° CLASSIFICATO - Fabio Mocerino dell’I.T.I.S. L. Da Vinci di Napoli con il racconto Golden Eyes

2° CLASSIFICATO - Angelica Ferri e Nantana Noiprom del Liceo Giovanni Gandini di Lodi con il racconto Alzheimer… oscuri presagi

3° CLASSIFICATO EX AEQUO - Rosy Ognibene del Liceo Piero Calamandrei di Napoli con il racconto Detective Zyme -L'alba degli anticorpi viventi e Gabriele Lubatti dell’ I.I.S Vasco-Beccaria-Govone di Mondovì (Cn) con il racconto La quarta dimensione.

I vincitori saranno premiati il 10 luglio a Roma, a Villa Miani, nel corso della cerimonia finale del 12° Premio letterario Merck, accanto a personaggi internazionali di spicco del mondo della scienza e della letteratura.
Inoltre, insieme a tutti i vincitori delle passate edizioni de “La scienza narrata”, questi ragazzi saranno coinvolti nel Merck for talent, progetto formativo innovativo a supporto dell’espressione del talento.

“Per la prima volta quest’anno – spiega il Dr. Tosco – i giovani vincitori delle passate edizioni sono stati coinvolti in un incontro formativo ideato appositamente per loro ed invitati a far parte della redazione online del blog de “La scienza narrata”.

I ragazzi che hanno accettato di partecipare all’iniziativa hanno potuto così mettere il loro entusiasmo e la loro passata esperienza al servizio dei partecipanti all’ottava edizione de “La scienza narrata”, vivendo al contempo un’interessante opportunità formativa: dopo aver dimostrato il proprio talento nel racconto breve, hanno potuto sperimentare un’ulteriore modalità espressiva, quella della comunicazione giornalistica sul Web”.
Merck for talent nasce dalla volontà di seguire e di sviluppare i giovani talenti individuati attraverso il concorso, accompagnandoli attraverso un progetto di life longlearning a riconoscere il proprio valore e ad esprimere il proprio talento nel percorso di vita che sceglieranno, per poi affacciarsi con più consapevolezza di sé e fiducia nelle proprie capacità nel mondo del lavoro.