Creare, inventare e scoprire nuova matematica: Cédric Villani

Il primo personaggio ad essere recensito è il matematico francese Cédric Villani.Villani

Chi è?
Cédric Villani

Nazionalità: Francese

Età: 41 anni

Stato civile: Sposato con due figli

Professione: matematico

Carriera: studia dal 1992 al 1996 all'École Normale Supérieure di Parigi, l’istituto che vanta il più alto numero di medaglie Fields (riconoscimento che, nel campo della matematica, è considerato alla stregua del premio Nobel) tra i suoi ex-allievi.

Nel 2000 diventa professore all'École Normale Supérieure di Lione. Dal 2009 è il direttore dell'Istituto Henri-Poincaré (centro di eccellenza nella ricerca matematica, situato a Parigi e intitolato al grande matematico francese Henri Poincaré).

Perché è diventato famoso: nel 2010 vince la Medaglia Fields per i suoi lavori sull’equazione di Boltzmann. La vittoria del prestigioso premio lo consacra nell’olimpo dei matematici mondiali contemporanei. La sua scoperta è accettata dalla comunità accademica internazionale e viene pubblicata sulle più prestigiose riviste di settore: cento pagine di un edificio meraviglioso costruito con le geometrie dei simboli.

Villani2

Attività divulgativa: da questo momento, incomincia per Villani un'intensa attività di divulgazione scientifica, animata dall’obiettivo di condividere la propria passione per la matematica.
Scrive un romanzo dal titolo Il teorema vivente. La mia più grande avventura matematica, nel quale ripercorre le tappe che lo hanno portato alla vittoria della Medaglia Fields. Un percorso che si snoda da Kyoto a New York, da Princeton a Hyderabad (India), in corsa contro il tempo e i ricercatori concorrenti, fino ad arrivare al momento di lucida esaltazione in cui “tutto sembra concatenarsi come per incantesimo”. È presente, nel maggio del 2012, al Salone Internazionale del Libro di Torino per la presentazione del suo libro.
Partecipa a numerosi talk-show scientifici. Memorabile è il suo discorso ai TED Talks (TED è una organizzazione no-profit finalizzata alla diffusione delle idee in tutti i campi, dalla matematica alla medicina, all’economia attraverso brevi, efficaci e brillanti interventi).

Segni particolari: Indossa sempre giacca nera e panciotto, una colorita cravatta Lavallière e una vistosa spilla a ragno.

Autore: Gabriele Lubatti

Vincitore del 3° premio della 8 ͣ edizione de La scienza narrata. Ha frequentato il Liceo Scientifico G. Vasco di Mondovì.